Chiamare un gigolo: le istruzioni PASSO-PASSO per non sbagliare

Chiamare un gigolo: tutte le istruzioni

All’interno di svariati precedenti contenuti di valore ho sempre spiegato, sottolineato e ribadito che è semplice chiamare un gigolò quando lui è un professionista di altissimo livello…

Infatti basterebbe che prendi atto delle poche osservazioni indicate sulla pagina e inizi subito a parlare con un accompagnatore ultra high class!

Questo, essendo appunto di fascia altissima, è approcciabile in maniera del tutto rilassata…

Se hai domande molteplici, non si spazientirà con te.

Per poter usufruire del suo servizio non insisterà con condizioni assurde.

Ci parli serenamente come se fosse il tuo miglior amico, perché puoi essere certa che l’unica sua intenzione è di farti stare magnificamente.

Ma ho notato che potresti avere del timore a monte, delle preoccupazioni di vari tipi ed altre perplessità che ti frenano prima ancora di mettere mano sulla cornetta del telefono…

Comprendo.

❯❯ Sono qui, oggi, a ritagliare del tempo per darti una volta per tutte le istruzioni precise per fare la mossa decisiva e non a caso, bensì senza sbagliare!

Partirò dal presupposto che non conosci nessuno affidabile, che non ti ho detto nulla poco fa e che sei completamente spaesata.

Stai partendo da zero, non sai a chi chiedere e men che meno di chi fidarti…

In questa guida passo-passo ti mostrerò come trovare e scegliere un gigolo prima di chiamarlo, anche per le tue prime esperienze.

Fai riferimento alle indicazioni sacrosante che ti sto per esporre e ringraziami in un secondo momento ❤️

Dai, sdraiati sul divano e leggi…

La paura di telefonare a un gigolo (ascoltami)

La paura di chiamare un gigolo passa

Lo so, lo so.

Non ti va di prendere il cellulare e chiamare su due piedi il primo tizio che trovi.

Chi sa se sarà all’altezza delle tue aspettative?

O almeno decentemente garbato?

Poi… potrebbe perfino essere un mangiasoldi!

Eh sì, inutile far finta che non ci siano pure persone scorrette.

Seppur poche, non mancano e l’ultima cosa che vorresti è quella di rimanere scottata…

Lascia che ti illustri le fasi che precedono la telefonata!

Fasi che precedono la telefonata al gigolò

Fasi che precedono la telefonata al gigolo

STEP 1: fai un semplice respiro profondo

E rilassati.

Chiamare un gigolò può sembrare un “processo” inquietante, specie se è la tua prima volta.

❯❯ Ma credimi, appena avrai finito di leggere avrai già tutta la confidenza che ti serve per procedere, e capirai che alla fine non c’è nulla di particolarmente complicato né hai da temere…

Perché finirai per chiamare un accompagnatore meraviglioso, perfetto per le tue esigenze, che non ti deluderà MAI.

Nello stivale girano tante false credenze sui gigolò che intaccano la loro immagine e non danno pace, quasi come una peste incurabile.

Questi miti alimentano gran parte dei tabù al limite del ridicolo che stanno alla radice dei tuoi tormenti e delle tue preoccupazioni…

Mentre la verità è un’altra…

Fatto il respiro profondo, stai rilassata e prosegui.

STEP 2: Ricerca!

Questo è di fatto il passo più critico ed il succo del discorso.

Ti devi rimboccare un pochino le maniche – per accertarti di non perdere tempo dopo – tuttavia vedrai che una volta che metabolizzi il tutto non è la scienza dei razzi…

E con gli accorgimenti più semplici scarterai già il 99% (!) degli uomini a pagamento…

❯❯ Questa ricerca, come dice la parola, consiste nell’indagare ed analizzare la piazza e voglio esporti i dettagli sotto andando in ordine.

Prima di chiamare informati BENE (solo la casualità può ostacolarti)

donna che studia al pc

Se segui il blog od hai già letto qualcosa su di me, sai che evangelizzo sempre “non lasciare nulla al caso”.

La ricerca va fatta con lo stesso importantissimo senso critico…

1. Cerca sempre e solo in questa fascia

Ricerca su Google: "gigolo di altissimo livello"

❯❯ Vai su Google (lancia il browser che hai sul device e scrivi direttamente nella casella di ricerca, per esempio Safari su iPhone) immettendo “gigolo di altissimo livello” (oppure gigolò ultra high class).

Questo è il tuo punto di partenza…


Bada bene: su comuni siti di gigolò (comparatori), i “migliori” sono tipicamente indicati come “top”.

Purtroppo la categoria è fuorviante, poiché è semplicemente una vetrina per quelli che hanno pagato [di più] per posizionare il proprio annuncio sulla home page e in cima….

Non è il caso di tutti, però troppe volte alcuni degli accompagnatori per Donne mature che vedi lì sono solo degli uomini semplici che per una volta hanno provato a spendere!

Non hai alcuna garanzia della loro affidabilità, nemmeno leggendo i commenti o contando le stelline…


È risaputo il fenomeno delle recensioni pilotate.

Molti se le fanno da soli, in alcuni casi pagano perfino agenzie che scrivono opinioni sulla concorrenza dietro pagamento.

Perciò è una lotteria.

Dai risultati di ricerca, segnati o prendi nota mentale dei siti dedicati che trovi (non i comparatori).

In alcuni casi, i gigolò italiani progettano il sito attorno all’esperienza e non a loro stessi (meglio ancora!).

Ti chiederai:

Che certezza mi dà un sito personale di un accompagnatore per Donne oppure uno dedicato all’esperienza che offre? Non è peggio? È tutto pilotato da lui, no?

Ovvio che il contenuto è tutto redatto dal proponente, non c’è alcun dubbio…

Tuttavia, progettare, posizionare, mantenere ed aggiornare un sito è un impegno non indifferente che richiede non solo più soldi (rispetto ad un semplice annuncio) ma anche effort dispendioso!

Quindi è un indizio a dir poco promettente che stai valutando qualcuno o qualcosa di SERIO.

Detto questo, successivamente imparerai a scrutinare ulteriori aspetti che cimenteranno il verdetto 😉

Bene, ora come filtri tra i risultati che ti sono rimasti?

Hai una manciata di potenziali petite d’oro in mano, estratte dall’inevitabile fango, e devi selezionarne una sola.

Devi capire con esattezza su chi ti conviene puntare alla fine della fiera e contattare un fidanzato ad ore che metterà sul tuo viso un sorriso più grande della Luna!

2. Un sito ti dice molto più di quanto scrive l’autore dei contenuti

Analisi del sito di un gigolò

Se da un lato è palese che una dicitura come “sono il miglior accompagnatore per Donne benestanti” è scontata se te lo dice il gigolò stesso e non puoi fidarti…

Dall’altro il sito ti può svelare in modo indiretto tantissime verità sul creatore (che lui tenta di offuscare in vano)!

Ci sono, diciamo, delle tracce innegabili.

Lascia che ti spieghi…

I fattori clou ☝️

❯❯ Il primo segno brutto è quello che puoi appurare in un letterale batter d’occhio: il design (la grafica).

Sembra uscito dagli anni ’90?

Scordatelo, fine della storia.

O è stato creato davvero negli anni d’oro della eurodance e non è mai stato aggiornato minimamente, o è stato creato di recente a membro canino (scusa il francesismo).

In ogni caso, al proprietario non importa abbastanza e tu dovresti vedere il suo servizio con lo stesso ragionamento…


Passati quei pochi millisecondi che ci hai messo per vedere se è curato, fai caso a come sono impostate le pagine ed i contenuti.

Non devi tenerti libera tutto il pomeriggio: ti basta leggere qualche parola qua e là.

Dirotta il tuo sguardo al menu in alto.

È scritto col buon senso e sensato, od un pelo strano come quello sotto?

Menu del sito di un gigolo

Perché ha sentito il bisogno di aggiungere la parola gigolò per ogni voce?

Non poteva almeno scrivere in modo più naturale “le foto del gigolo X” e così via?

La risposta è questa: il menu è progettato per i motori di ricerca e non per l’esperienza utente.

Se tu cerchi un gigolo ed atterri su un sito fatto cosi, vuol dire che è una fregatura?

Magari no, ma non è stato fatto per te.

Volevo farti esempi semplici di dettagli che puoi osservare subito…


La home page è considerata dai search engine la più rilevante per i risultati.

Altre volte gli escort infarciscono la home page con tantissimo testo, per esempio un FAQ intero, rendendola pesante e peggiorando ancora l’esperienza utente.

Insomma, le domande frequenti con relative risposte vanno presentate all’interno di una pagina dedicata!

È perfettamente accettabile invece che sulla home ci siano tasti o moduli per chiamare l’accompagnatore.

Cosi, se hai già avuto conferma e sei decisa a monte che desideri quel specifico accompagnatore per una sera da passare in bellissima intimità, fai presto.


Infine, dai un’occhiata al blog e tutti gli altri eventuali contenuti interessanti che appaiono nel menu…

I materiali sono utili PER TE?

O è solo FUMO?

Anche qui il discorso è simile…

Potresti accorgerti che gli “articoli” non sono scritti per darti informazioni di valore, bensì per le macchine che spulciano testo sul web in automatico…

Ti rendi conto rapidamente se il titolo (o la prima frase) è meccanica e poco naturale.

Ad exemplum…

TITOLO:

Chiamare un gigolò

INTRODUZIONE:

Chiamare un gigolò è il titolo dell’articolo e sotto ti metto un numero per chiamare me.

PS: ho spiegato in modo ancora più esaustivo come valutare se un sito è genuino in questa guida altrettanto degna:

3. Esamina “il contorno”

Ecosistema a 360 di un gigolo professionista

❯❯ Di norma, chi si è fatto le ossa per creare e curare un suo angolino in rete ha pensato anche ai social, quindi potrebbe avere dei profili o pagine su Facebook, Twitter, Instagram e tutti gli altri che conosciamo bene.

Potresti pure scoprire testate che parlano degli escort sul tuo radar, oppure questi sono apparsi addirittura in TV o radio.

(questi casi sono più rari, perché di solito i canali sono interessati solo a fare qualche servizio “curioso” su mestieri inusuali)

Adesso…

Quali social usano gli accompagnatori che stai valutando di squillare non importa tantissimo.

Uno vale l’altro!

In ordine di importanza, due cose dovresti guardare:

A) la frequenza degli aggiornamenti

No, non deve pubblicare spesso.

Quello è un comportamento “spammoso” e se uno dedica tanto tempo ai social (dove comunque i contenuti sono di valore molto relativo), la qualità del suo servizio non è al livello migliore possibile.

Meglio se sono rari i post?

Assolutamente!

Non troppo, però.

Se dà segni di vita solo un paio di volte all’anno, questo è un campanello d’allarme…

La via di mezzo è la più sensibile e corretta: qualche update al mese.

B) l’impressione che ti trasmette

Sono solo contenuti scherzosi? Non va bene.

“Seri” ma volgari e poco educati? Non va bene lo stesso.

Ecco, se non ti colpisce un senso di eleganza e di educazione…

E non hai l’impressione che dietro c’è un servizio mirato a darti soddisfazioni…

Scarta e fattene una ragione.

4. Metti tutto insieme

Mettere tutto insieme

È a questo punto forse che ti rimbocchi fino in fondo le maniche.

Ti è rimasta una breve lista di potenziali candidati che possono aspirare ai tuoi quattrini ed è giunta l’ora di fare la selezione finale!

❯❯ Riassumendo, per ogni accompagnatore che intendi chiamare chiediti se rispetta questi criteri:

  • sito dedicato a lui o l’esperienza (come questa)
  • il suo spazio virtuale è genuino e le eventuali risorse che diffonde di valore per te
  • il gentleman in sé è: fisicamente curato e forbito, mentalmente intelligente e acculturato (lo capisci dal modo in cui scrive e come si pone)

Non ti resta che formulare e rispondere a…

La domanda delle 100 pistole

Domanda importante, icona gialla punto di domanda

❯❯ Chi ti offrirà un’esperienza che va oltre?

In altre parole…

Quale si distingue davvero per te?

C’è qualcuno che si rivela concretamente un “per chi non si accontenta”?

Tutti adorano insistere che sono i migliori indiscussi, i più belli, i più qualsiasi cosa; quelli che fanno combaciare i claim con la realtà… non sono tutti.

Nel gergo del marketing, “claim” è un’affermazione specifica che promette un prodotto o servizio con delle caratteristiche menzionate in modo esplicito.

“Il sostantivo inglese claim, che significa richiesta, è stato prestato all’italiano soprattutto per il linguaggio settoriale del marketing e della comunicazione.

[..]

Il termine indica anche il testo centrale di una pubblicità e la definizione di un prodotto e delle sue caratteristiche riportata sulle confezioni in commercio (ad esempio lo yogurt ‘ricco di fibre’ o il dentifricio che ‘combatte la carie’).”

Riferimento: sapere.it

I claim non sono mai da prendere alla leggera, demanda che ti vengano ampiamente dimostrati!

Tutte le Donne in cerca di un gigolò meritano gentiluomini non solo carini ma che si differenziano nettamente dalla massa e spiccano nel vero senso della parola.

Non poeticamente.

Se avessi un centesimo per ogni annuncio di gigolò che ti promette di “camminare insieme sulle nuvole mentre gli angeli sorvogliano con gioia” avrei più dindini di Bill Gates, Elon Musk e Warren Buffett messi insieme!

Andiamo al sodo.

Freccia giù grossa

❯❯ Ti deve presentare e darti una dimostrazione effettiva di COME si distingue il suo servizio.

Farti vedere PERCHÉ oblitera la concorrenza.

Per darti un’idea, prendi in esame questa pagina: cos’è e come funziona l’esperienza intima definitiva per signore raffinate.

Ha una lunghezza imponente, ed approfondisce con una notevole ricchezza di dettagli in che modo è la tua esperienza cucita su misura.

Si fonda su elementi unici che hanno richiesto investimenti importanti ed arduo lavoro da parte di chi li ha ideati!

C’è un sistema vero e proprio che usa per sviscerare tutte le tue sfaccettature, ed una location di ricevimento allestita ad-hoc in chiave luxury che da sola è sbalorditiva…

Non voglio trasformare questo tutorial in un volantino promozionale.


Sai cosa?

C’è un ebook.

Un libro elettronico denso sui segreti, sugli ingranaggi di questa famosa esperienza intima cucita su misura.

Lo puoi scaricare liberamente, scoprire tutto e farne leva per migliorare i tuoi momenti intimità.

Lo farai vedere al tuo accompagnatore preferito, chiunque lui sia, una volta che lo scegli.

Basta che ti iscrivi alla newsletter, e ti invierò un link per scaricarlo all’istante!

Spunta le caselle (tutte obbligatorie) ed inserisci la tua email sotto:

Ti invierò personalmente le notizie più succose ed i miei migliori contenuti di valore!

 

Torniamo a come chiamare un escort.

Sapevi che in realtà può essere sufficiente “chattarlo” ?

Basta un messaggio WhatsApp

Whatsapp chat

Ti dirò di più…

❯❯ Far rotolare la palla su WhatsApp anziché telefonando è ancora più conveniente.

Non devi usare la tua voce ed essere costretta a trovare un attimo di solitudine per accertarti che nessun altro si fa gli affari tuoi!

Questa te la svelo io: TUTTI i gigolò che si rispettano, dai novizi a quelli più stagionati che si rendono disponibili pure per Donne over, accettano con serenità di essere contattati tramite la popolare app di messaggistica.

Dovessi mai avere a che fare con un presunto sensibilissimo accompagnatore che vuole darti retta solo al telefono, chiedigli di darti una motivazione valida che non sia quella di… spennarti.

Infatti il loro modus operandi consiste nell’imporre tariffe esagerate se sentono una voce più matura, consci del fatto che è probabile che le signore con una carriera alle spalle abbiano qualche risparmio in più.

Ma offrono lo stessissimo servizio e non aggiungono nulla.


In chat, bombardalo con tutte le domande e le obiezioni che ti passano per la testa.

Tartassalo.

Questo sarà un altro test: chi vuole semplicemente guadagni facili non cercherà di venirti incontro né avrà la pazienza di risponderti a tutti i quesiti…

Vuoi fissare un appuntamento o no?

(ti dirà irritato, in un tentativo disperato di farti fare in fretta la decisione che si aspetta)

In un contesto di questo tipo sei autorizzata a non rispondergli più…

Per educazione (a te non manca) gli manderai comunque un breve addio di chiusura.

Lo farai capire con gentilezza – ma senza lasciare dubbi – che paradossalmente è riuscito a spegnerti il desiderio dopo che ti eri convinta di voler dargli una chance.

Ripeto: non hai bisogno di scegliere un gigolo a caso (E NEMMENO DI ANDARE A TENTATIVI)

Bersaglio centrato da un freccia

La mia più viva speranza è che dopo aver letto quanto sopra, convieni pienamente con me.

Si, all’inizio è facile (anche normale) che ti vengano titubanze se stai facendo i tuoi primi passi, se stai chiamando un gigolò per la prima volta…

❯❯ Ma hai visto che, seguendo alcuni semplici passi, puoi scongiurare di giocare alla ruota della fortuna.

Ci sono altri approcci?

Se una tua amica ti consigliasse di persona un nominativo stellare, puoi certo approfittare di una scorciatoia del genere. Sappi che è improbabile ricevere questo tipo di suggerimenti, e penso che puoi intuire le ragioni.

D’altronde nemmeno tu vorresti far sapere a tutto il mondo di aver chiamato un gigolò, dico bene?

Il passaparola è raro come un’era glaciale.


Delle volte, con tutta l’attenzione mediatica, sembra che la figura dell’accompagnatore italiano si diffonde come una macchia d’olio…

Nonostante si riduca sempre di più, c’è ancora dello stigma sociale.

Voglio solo integrare che non devi pensare agli escort nell’ottica dei tabù!

Ok, nella fascia bassa – quella dei principianti – può essere difficile identificare individui che terresti al tuo fianco con la testa alta.

Inutile negarlo.

Però all’interno di quella altissima, il vero accompagnatore ultra high class è una certezza.

Al massimo ”scarteresti” qualcuno solo per puri gusti o piccolezze.

Magari banalmente non ti piacciono i biondi, oppure ne vuoi uno che parla il linguaggio delle imprenditrici.

C’è scelta, e allora scegli 🙂


I portali-comparatori di gigolò non ti servono proprio.

Sono dei raccoglitori di annunci e nulla più…

Prima di lasciarti, ti chiarisco dove sta il problema…

L’annuncio ha un inconveniente intrinseco: è solo un breve invito a contattare un escort privo di una motivazione valida, senza esplicare perché dovresti puntare su un certo nome!

Chi lo scrive non può redigere un testo elaborato, non c’è spazio.

Non può andare oltre la piccola collezione di immagini a bassa risoluzione e le due modeste righe di presentazione concisa…

Dunque in nessun caso chiamerai il gentiluomo a pagamento dei tuoi sogni in base ad una inserzione!

Mi raccomando: non lasciare nulla al caso, cosi nemmeno i risultati saranno casuali.

Procedi come ti ho insegnato, e rileggi anche più di una volta.

Assicurati di seguire anche i vari link, ed assimilare tutto.

Sono tutti delle pepite d’oro calligrafiche, e l’ebook è la ciliegina sulla torta a mio avviso.

Ho passato molte notti insonne per stenderlo, fanne tesoro perché potrei non riuscire mai più a produrre materiali così densi!


Infine, nell’ipotesi che ti servono chiarimenti, hai ben due opzioni:

  • puoi lasciare un commento completamente anonimo in fondo, a meno di situazioni eccezionali non chiudo mai la sezione
  • puoi scrivere a me direttamente

Il mio tempo libero è molto limitato e non posso essere una “hotline” pubblica, ma io so che se hai letto fin qui sei una gentildonna seria che vuole investire nella sua felicità…

Come minimo, per una settimana intera dalla pubblicazione di questo pezzo, risponderò a tutti i messaggi educati che mi pervengono in merito 👌

Firma Adonis ultra high class breve

 
CONDIVIDI SU:

"Adonis ultra high class" è il primo e unico accompagnatore di fascia altissima in Italia nonché ideatore di LadyFocus, un servizio esclusivo di compagnia per signore distinte.
Offre esperienze CUCITE SU MISURA ed è noto per non fermarsi a nulla nel soddisfare i sogni delle clienti.

Lascia un commento

I dati non vengono salvati. Nome e email opzionali. Privacy inviolabile.