Come affrontare e superare un divorzio al meglio! [ARTICOLO RIFERIMENTO]

Come affrontare e superare un divorzio

Sia chiaro (da subito): quando arriva l’ora di affrontare un divorzio, od una separazione, non se ne esce mai cento-per-cento felici, contenti, e senza alcun rimpianto – in un mondo perfetto (che non esiste) non saresti mai giunta a questo incrocio. Ma questo non vuol dire che adesso ti puoi aspettare solo l’estremo opposto, ovvero amarezza totale…

Infatti esiste un approccio che puoi attuare per ridurre AL MINIMO ASSOLUTO i rimorsi, il dispiacere e le tempistiche per il risultato più veloce e indolore possibile…

E la parte più bella è che lo trovi spiegato nella sua interezza qui, gratuitamente e senza requisiti da parte tua!


Hai bisogno di aiuto concreto e genuino e io sono qui per dartelo al meglio delle mie abilità.

❯❯ Alla fine di tutto, uscirai da un matrimonio infelice più forte di prima.

E se ci terrai a ringraziami non ti preoccupare, limitati ad un sentito “grazie” nei commenti in fondo…

Ora tuffiamoci ed entriamo subito nei dettagli, non c’è tempo da perdere.

INDICE nascondi

Gli impatti del divorzio: emotivo/psicologico, economico, legale | FACCIAMO CHIAREZZA

Impatti del divorzio

Per superare una rottura e lo scioglimento del matrimonio al meglio, innanzi tutto devi capire e distinguere gli impatti.

Non ho dubbi che a grandi linee li sai già, questo veloce “ripasso” e classificazione accurata ti consentirà di capire perfettamente la sezione successiva che è la parte più CRITICA.

❯❯ Gli impatti si dividono in 3 macro aree:

  1. emotivo / psicologico – perdi compagnia umana e intima assieme alla possibilità di condividere esperienze di coppia; l’impatto comprende anche il troncamento di sogni e speranze per il futuro
  2. economico – perdi qualsiasi supporto finanziario
  3. legale (potresti ritrovarti a gestire ulteriori complicazioni se il tuo partner era coinvolto a livello legale in affari e business con te)

Certamente non ti ha fatto piacere leggere queste righe, ma prosegui perché per darti delle dritte preziosissime ti mostrerò a lungo l’altra faccia della medaglia.

Da un’esperienza negativa (nell’immediato!) ne uscirai rinata e più resiliente che mai!

Prepararsi per il divorzio: le azioni clou (per la tua BRILLANTE ripartenza)

Azioni per affrontare la separazione

Affrontare una separazione inizia con un ragionamento “di alto livello”, agendo sulle singole aree impattate della tua vita.

Questa tecnica si chiama “divide et impera”, resa famosa nell’antichità da imperatori e generali che si accorsero come il più efficace metodo per risolvere un’impresa monumentale (come la conquista di un altro popolo) è di DIVIDERE ED INTERVENIRE NEL PICCOLO, un passo alla volta…

Con questa mentalità, pure tu prenderai il controllo della situazione a 360° senza essere sopraffatta dall’apparente complessità.

AREA LEGALE: scegli un avvocato competente e specializzato

Avvocato divorzista

Che sia specializzato è chiave.

❯❯ In altre parole, ti serve un effettivo avvocato divorzista.

Non fare affidamento al primo avvocato che trovi, anche se ha 30 anni di esperienza alle spalle: se ha fatto solo pignoramenti e aste immobiliari, è inutile per te!

Analogamente, se hai sempre avuto un avvocato “di fiducia” che sei sicuramente tentata di chiamare, NON INGAGGIARLO SE NON HA MAI SEGUITO SEPARAZIONI CONIUGALI: non ha le competenze giuste, e non si deve offendere.

In tribunale e davanti al giudice, un divorzio si svolge secondo procedure SPECIFICHE e BEN PRECISE.


Non entro nel merito dei dettagli legislativi, il punto è che un avvocato non specializzato non possederà le conoscenze adeguate a farti ottenere l’esito migliore possibile!

Oltretutto, siccome si tratta di una situazione con impatti importanti sulla tua vita e non di una disputa tra vicini che litigano sul rumore dopo le 22, è davvero imperativo puntare su un rappresentante legale in possesso della seniority giusta.

L’ho ripetuto a sufficienza?

ATTENZIONE: In determinate condizioni, hai la possibilità di divorziare in Comune senza l’ausilio di un legale.

Si dice che stai affontando un divorzio breve.

Se puoi farlo, approfitta assolutamente di questa scorciatoia!

Le circostanze (tutte obbligatorie) sono:

  • non avete figli
  • non esistono questioni economiche da risolvere
  • non vi sono trasferimenti di immobili.

Per la maggior parte dei casi, l’avvocato è indispensabile (solo il giudice ha il potere di gestire numerosi aspetti).

Con l’avvocato entrerai anche nel merito dei soldi…

AREA ECONOMICA: lavora a stretto giro con il tuo avvocato

Questioni di natura economica

Dovrete spartire il patrimonio.

❯❯ Accertati di revisionare fino all’ultima virgola tutti gli accordi scritti assieme all’avvocato, in particolare il contratto prematrimoniale (se stipulato prima di esclamare “si”).

Potrete “tirare le somme” senza sbagliare e determinare con accuratezza a cosa e quanto hai diritto.

Area emotiva di una separazione coniugale

❯❯ Un terapista è la figura unica che ti può aiutare in modo tangibile da questo punto di vista (e no, non è “debolezza” fare appello ad uno psicologo).

Hai dei figli?

Rassicurali con la primissima occasione che tutto andrà per il meglio, e che qualsiasi cosa accada sarai sempre la stessa meravigliosa madre che in nessun caso li abbandonerà.

Se sono eccessivamente sconvolti, non esitare ad organizzare sessioni con lo psicologo includendo anche loro…

Superare un divorzio: TIENI A BADA il tuo attuale stato emotivo

Meditazione

In questo preciso istante potrebbe sembrarti che il dolore è infinito e insormontabile: NIENTE DI PIÙ FALSO!

È solo una questione di tempo prima che tu riesca a superare la tristezza…

Gestisci la rottura con una mente:

✔️ il più possibile limpida e ragionevole

✔️ non pilotata da emozioni squilibrate

✔️ che non salta a decisioni o conclusioni affrettate

Come? Inibisci nella tua mente la rabbia.

Ti svelo il segreto…

❯❯ Guarda la metà piena del bicchiere – che è il futuro – e crea continuamente nei tuoi pensieri immagini positive con ciò che accadrà nel corso della tua nuova vita.

Il discorso della parte piena può sembrare cliché ma la tecnica di creare attivamente pensieri nella tua mente è molto potente e farà tutta la differenza!

⁓ LEVE ⁓

E sì, ci sono aspetti positivi concreti su cui puoi fare leva psicologicamente.

  • potrai ripartire ex-novo con una libertà che ti permetterà di fare qualsiasi cosa: il mondo sarà ai tuoi piedi
  • impari; dire “sì” davanti all’altare per poi andare per strade diverse non era certo il tuo piano, però tramite questo passo falso (che l’abbia fatto tu o lui non importa) capirai esattamente ciò di cui hai bisogno nella vita, quindi andrai verso certezze
  • sarai più pragmatica e non ti farai più illudere (e deludere) facilmente; se alla radice del divorzio c’è la colpa del tuo partner e mai deciderai di accettare a lungo termine un nuovo maschio nella tua casa, farai presto ad identificare i suoi difetti più grossi e non ti perderai alcun segnale d’allarme

(tieni sotto mano anche un’altra “guida-bibbia” sulla seduzione per Donne che ho preparato per te, in cui non ti vendo niente e non ho alcun interesse, se non quello di offrirti moltissimo valore senza aspettarmi niente in cambio da parte tua)


Se non riesci a pensare positivo in ogni singolo istante, non credere che stai fallendo: non sei una macchina.

Nessuno è in grado a forzarsi in uno stato mentale solare il 100% del tempo!

È sufficiente che tu lo faccia spesso, e vedrai che le emozioni desiderabili prevarranno.

Mentre ogni qualvolta provi un “basso”, accettalo e fattene una ragione il prima possibile…

Col tempo e sicuramente al termine di tutto, proverai un senso di felicità, liberazione e successo 🙂

I 9 errori comuni nell’affrontare un divorzio (EVITALI TUTTI!)

Errore

Vediamo quindi cosa devi assolutamente NON fare per affrontare la fine di una storia.

❗ Errore #1: non contattare professionisti

(o al massimo far riferimento ai primi nomi di cui senti parlare)

Ti ho già spiegato l’importanza del lavorare con [veri] professionisti e non il cugino di turno (permettimi di essere diretto), ma volevo rafforzare questo perché di vitale importanza.

Affidarti a persone scelte con poca diligenza può essere la ricetta per un indubbio disastro IRRIMEDIABILE!

E no, l’insieme dei reali professionisti abili in materia non include me…

Umilmente, io sono solo un dirigente che ti manda nelle direzioni corrette e ti fa bussare alle porte giuste.

❗ Errore #2: parlarne con tutti i tuoi amici e parenti

Difficilmente ti offriranno supporto morale valido…

Non sto dicendo che hai conoscenze poco auspicabili né che la gente fosse malintenzionata: semplicemente la persona comune non sa essere davvero empatica in momenti così difficili e pesanti.

❯❯ Pensando di confortarti, ti faranno senza rendersene conto domande come queste…

Ma si non eravate insieme da molto!

(come se non ti fossi impegnata)

< oppure >

Tanto c’è di meglio!

(come se non sapessi cosa vuoi e non avessi scelto con criterio l’uomo che fa PER TE)

In più, ti sentirai giudicata.

👂 Le orecchie che ti ascoltano veramente

Che fare?

Parlane solo con lo psicologo: è una terza parte, un estraneo a tutti gli effetti, che non ti giudica e in nessun caso potrà impattare negativamente il processo della separazione.

Ai tuoi cari e tutti i contatti che hai racconta la vicenda solo in un secondo momento, e per secondo momento intendo molto dopo.

❯❯ Soddisferai la curiosità di tutti mostrando loro che sei uscita più forte di prima (!), e non avranno alcun motivo per pensare meno di te.

Non pensare che se non lo fai prima deluderai chi vuole essere aggiornato su tutti i pettegolezzi del giorno…

Gli affari tuoi sono affari tuoi e come tale decidi tu chi, quanto e quando ne saprà.

Inoltre, durante il divorzio, le persone rispettose e intelligenti attorno a te ragioneranno che non dovete parlarne e non ti faranno domande a prescindere.

Capiranno che in momenti delicati come un divorzio non ti serve tanto una “spalla su cui piangere” quanto un aiuto concreto nel gestire al meglio la situazione (che comunque non ti possono offrire).

❗ Errore #3: stare chiusa in casa (o comunque isolarsi)

Passare il tempo in solitudine sul divano è il modo migliore per alimentare pensieri continui: non farlo.

❯❯ Esci il più possibile, dedica più tempo agli hobby, ai figli (se li hai) oppure ai tuoi animali domestici.

I tuoi passatempi coinvolgevano il tuo ex o te lo ricordano vivamente? Iniziane uno nuovo, da zero.

Cosi facendo terrai la mente occupata e sarà molto più facile limitare i pensieri negativi e l’eventuale rabbia…

Se puoi (hai il budget), goditi delle gite, dei weekend intensi e pieni zeppi di svago, ci sono molte attività all’aperto che puoi fare!

🧠 La materia bianca non è multi-tasking

Più è “frenetico” il momento, più il tuo cervello dovrà fare mentre locale su ciò che accade attorno a te, ignorando tutto il resto: è un meccanismo naturale, biologico e innato per la sopravvivenza.

Un ultimo suggerimento che ti posso dare è il lavoro da volontariato…

Questo – oltre a tenerti occupata sia mentalmente che fisicamente – ti darà ulteriori e appaganti percezioni di beneficenza.

Sarai una benefattrice, una Donna incredibile che non solo gestisce brillantemente i suoi problemi personali ma addirittura aiuta il mondo…

Alcuni “esperti dell’amore” ti suggeriranno di “vivere appieno il dolore” e “abbracciarlo”, insistendo magari che fare l’opposto è codardia.

La verità è che solo il tempo guarisce completamente le ferite emotive!


Passare il divorzio piangendo e soffrendo di continuo è una auto tortura inutile, paragonabile al sottoporsi ad un’operazione chirurgica senza anestesia.

Ricordati: per superare la separazione non hai bisogno di portare al culmine il tormento intenso che hai già vissuto a lungo fino ad oggi.

Detto questo, attuare le strategie che ti ho illustrato per bloccare la negatività e pensare a cosa puoi costruire appena concluso il divorzio non significa passare subito alla ricerca di un nuovo potenziale fidanzato…

❗ Errore #4: pianificare subito una nuova relazione e matrimonio

Non è un errore comune, ma pur sempre assolutamente da evitare.

È una trappola.

Il rischio è di fare ancora qualche piccolo sbaglio nella scelta del partner, guidata e spinta dalla fretta di “colmare un vuoto”.

❯❯ Lascia che passi del tempo – indicativamente almeno qualche mese – prima di pensare a nuovi rapporti!

❗ Errore #5: non stare alla larga dalle altre fonti di stress

Sto parlando in primis del tuo lavoro…

Si, ti tiene occupata e potenzialmente ti fa scordare per brevi istanti il divorzio mentre litighi con il tuo capo sul report completato in ritardo…

Però è stress, in quantità abbondanti e che si somma alle zavorre che già ti fanno camminare con fatica sul sentiero della vita.

❯❯ Staccati dal lavoro il più possibile, e riempi il tuo tempo con attività ludiche o comunque serene.

A proposito: il volontariato è diverso, consiste dare il tuo meglio per una causa con i tuoi ritmi e senza alcuna pressione.

❗ Errore #6: usare l’alcool o le droghe per “dosi di sollievo”

O anche il gelato.

❯❯ Il fatto è questo: se nell’immediato possono farti stari bene, poi ti demoralizzeranno!

Il gelato “non ti ammazza”, vero, però ti fa aumentare di peso – un altro contributo poco auspicabile allo stato del tuo morale.

Evita tutto ciò che non è sano…

❗ Errore #7: non prenderti cura di te

❯❯ Anziché divorare dolci, visita la palestra locale.

Potrebbe essere uno dei tuoi nuovi hobby, come bonus sarai ancora più in forma e salute di prima!

A proposito, se non ti piace l’idea di “alzare pesi” o di fare aerobica nella saletta accanto, sappi che nelle palestre moderne puoi scegliere tra più discipline che mai…

Yoga, l’allenamento callistenico, pilates e chi più ne ha più ne metta!

Credimi, è impossibile non trovare qualcosa che ti aggrada 😉

❗ Errore #8: credere che solo lui poteva essere “quello che hai sempre cercato”

(e non troverai mai un sostituto all’altezza)

Se la causa di un divorzio non era lui e avresti voluto rimanere una coppia, non fare l’errore di auto convincerti “è insostituibile”.

Lo so, non è quello che vuoi sentire…

Ascoltami…

❯❯ Il fatto è questo: ce lo diciamo in automatico quando ci innamoriamo, eppure la fuori puoi incontrare un mondo di persone bellissime – sia dentro che fuori – letteralmente ad ogni angolo!

Non è un discorso motivazionale che lascia il tempo che trova, è davvero così… l’oceano è pieno di pesce, come si suol dire.

Più riesci ad accelerare la rottura e chiudere il capitolo, meglio è.

Farai passare del tempo per guarirti appieno (indicativamente, da 3 a 12 mesi), dopodiché, se lo desiderai, troverai un altro fantastico compagno di vita…

❗ Errore #9: sei la tua punitrice

❯❯ Quando il dolore iniziale (appena avete decretato il divorzio) è stratosferico, potresti iniziare a dubitare tutto, perfino la tua innocenza.

Ti odi, e ti dici:

“Ho dato il 100%… mannaggia a me, dovevo dare il 500%!”

Proprio così, come se il funzionamento della relazione dovesse dipendere da un impegno mastodontico da parte tua mentre lui ZERO (o meno)…

Lo sai bene anche tu che ognuno ci deve mettere l’anima in egual misura.

Conclusione? Non lasciarti prendere nemmeno da questi pensieri tossici!

Quesiti ricorrenti + pillole di verità per gestire il divorzio (ALLA FINE LE SAPRAI TUTTE)

Domande e consigli su come affrontare il divorzio

Quanto tempo ci vuole per superare un divorzio completamente?

In media le persone ci mettono 6 mesi, alcuni un annetto (o più in qualche raro caso).

Tu?

❯❯ Ti parlo realisticamente: se ti attieni a tutto quello che ti ho insegnato, 3 mesi…

Non è una promessa vuota, qui non sto cercando di venderti nessun corso o consulenza a pagamento.

Segui le mie linee guida, sblocca la tua forza (ce l’hai!) e andrà così!

E se ci sono dei figli, come superare la separazione?

Non ci giro attorno: è sempre una situazione delicata.

Se un figlio è molto piccolo – sta ancora imparando a camminare – sarà in un certo senso indifferente, e crescerà adeguandosi alla situazione a patto che riusciate a mantenere un buon livello di serenità nei suoi confronti.

Se invece ha almeno 5-6 anni, potrebbe essere sconvolto e provare intensa paura che non vedrà più uno dei suoi genitori… o che la sua vita viene ribaltata e tutto andrà per il peggio.

È di estrema importanza in questo caso essere pienamente presenti nelle loro vite perché per loro può crollare l’autostima e cadere in una depressione di grande conto.

Questo in quanto verrà amplificata dalle interazioni con amici e coetanei che li giudicheranno.

Non possiamo negarlo, non mancheranno i bulli ed i maliziosi che ne approfitteranno per angosciarli…

È compito vostro offrire la vita migliore possibile ai figli in tutte le circostanze e solo voi potete fare una differenza.


❯❯ Ecco le regole da rispettare:

  1. comunicate a loro, con parole semplici ma chiare, cosa sta succedendo appena avete deciso di separarvi; ciò li aiuterà a capire la situazione senza ipotizzare altre conseguenze peggiori (i bambini, non sapendo meglio, si fanno idee molto catastrofiche)
  2. spiegategli contestualmente, con toni rassicuranti, che vi prenderete cura di loro a prescindere dalla custodia e che a loro non mancherà nulla rispetto ad altri bambini / adolescenti
  3. se necessario, come accennavo, fai fare pure a loro delle sessioni con uno psicologo
  4. non usarli per spiare il tuo ex od altri intenti poco encomiabili
  5. a meno di casi estremi (per esempio, padre violento con problemi cronici) cercate di trovare un accordo che permetta ai figli di vedervi entrambi regolarmente

Rimanere in buoni rapporti è possibile dopo un divorzio?

❯❯ Certamente sì, e se hai dei figli consiglio di fare tutto il possibile anche questo senso!

Sia chiaro, rimanere in buoni rapporti significa solo mantenere comunicazione civile limitata alle conversazioni strettamente necessarie.

In nessun caso cercare di “riaccendere la fiamma”: riconquistare il tuo ex non è mai, purtroppo, una buona idea.

Hai già fatto tutto l’immaginabile prima di arrivare al punto di separazione definitiva…

Quali sono le cause comuni dei divorzi?

Cause delle separazioni coniugali

[CAUSA #1] Tradimento

Devo aggiungere altro?

Uno dei due tradisce con un rapporto intimo illecito…

Viene scoperto, oppure confessa tutto dopo che non riesce più a sopportare il senso di colpa.

[CAUSA #2] Differenze caratteriali irreconciliabili

Nello specifico, il tuo partner potrebbe essere troppo arrogante, troppo narcisistico e così via.

Non puoi “riprogrammare” un’altra persona, quindi non ti resta che prendere strade diverse e fartene una ragione…

[CAUSA #3] Noia

La noia si cimenta quando non vi divertite più insieme.

I momenti belli sono scesi a… zero.

Non è un’anomalia temporanea e non si risolve perché alla radice del problema ci sono comunque circostanze immutabili.

[CAUSA #4] Cambiamento radicale nella vita di uno dei due

Solitamente sono quelle variazioni inaspettate che hanno “peso”:

  • perdita di lavoro
  • malattia grave
  • morte di un figlio
  • (scoperta della) impotenza o infertilità

Tutti questi scenari possono avere impatti emotivi od economici talmente importanti per uno dei due che non riesce ad accettare la nuova situazione…

Sebbene un figlio si può sempre adottare, oppure si può ricorrere alla fertilizzazione in vitro, alcune persone non riescono ad aprirsi la mente per queste alternative.

[CAUSA #5] Dipendenze e patologie

Per esempio, il tuo partner potrebbe esser stato ludopatico, sperperando incontrollabilmente le risorse finanziare della famiglia.

Se è il tuo caso, assicurati di non dargli (più) accesso al tuo denaro.

Il manuale della SAGGEZZA per le coppie dirottate verso il divorzio

(CONSIGLI DA NON VIOLARE)

Bibbia dei divorziatori

Via il dente, via il dolore

❯❯ Avendo raggiunto il punto di rottura, mettetevi d’accordo che da questo istante in poi la cosa migliore è cercare di sbrigare il più possibile il divorzio – piuttosto che cercare ancora consulenza d’amore (o peggio, litigare tutti i giorni).

Sapete già che è irrisolvibile.

Comunicazione solo quando serve e dritta al sodo

❯❯ Limitate i contatti allo strettamente necessario: parlate solo quando dovete assolutamente sentirvi e nient’altro, evitando anche solo “frecciatine”.

State divorziando, focalizzatevi sul farla finita perché girare il coltello nella piaga è una soddisfazione illusoria…

Loro non hanno alcuna colpa

❯❯ Ribadisco… proteggete il più possibile i vostri figli perché meritano una vita normale!

Non hanno fatto niente e devono rimetterci il meno possibile.

Se litigate, non fatelo davanti a loro.

Se, col tempo, loro vi fanno altre domande su cosa sta succedendo confortate ancora con un tono calmo e in modo semplice che siete sempre amici ma avete bisogno di andare avanti con una distanza fisica tra voi.

È il momento della tua RINASCITA

Cuore tenuto stretto nelle due mani

❯❯ Tieni la testa alta e attieniti alle linee guida che ti ho esposto.

Rileggi una seconda volta, e se c’è qualcosa di non chiaro lascia anche un commento…

L’importante è una sola cosa: che tu riesca a chiudere il divorzio il prima possibile con danni al minimo!

Intanto ti aspetta un futuro migliore ed hai tutti gli strumenti per costruirlo 🙂

Conclusa la separazione, nell’immediato cerca di non pensare agli uomini, ti servirà un periodo tranquillo senza impegni sentimentali, senza stress, senza ansie.

Sei una Donna indipendente e libera in un Paese libero!


Se proprio bramerai una serata stimolante post-divorzio e vorrai un modo per godertela senza impegno, fai affidamento ad un accompagnatore per Donne di altissimo livello, niente meno.

È l’unico modo per puntare su una certezza e ricevere vera comprensione ed affetto in un periodo delicato.

Ma ripeto, gratuiti o non, ti conviene lasciare da parte i maschi…

E attendi il mio pezzo successivo, perché presto pubblicherò la guida definitiva su come ricominciare dopo un divorzio!

Ti darò tutti gli elementi necessari per ripartire magnificamente, e mi impegnerò a non escludere alcun prezioso accorgimento.

Tieni d’occhio il blog tramite i canali social, iscriviti alla newsletter LadyFocus.

Firma Adonis ultra high class breve  
CONDIVIDI SU:

"Adonis ultra high class" è il primo e unico accompagnatore di fascia altissima in Italia nonché ideatore di LadyFocus, un servizio esclusivo di compagnia per signore distinte.
Offre esperienze CUCITE SU MISURA ed è noto per non fermarsi a nulla nel soddisfare i sogni delle clienti.

Lascia un commento

I dati non vengono salvati. Nome e email opzionali. Privacy inviolabile.